PER ULTERIORI INFO: +39 392 5209574

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER  

image-466
technology-34895031920

facebook
instagram
whatsapp

Phone: +39 392 5209574

Email: info@bachflowersandfriends.com

BLOG

I fiori di Bach ed i loro amici

Willow

2021-11-26 08:09

Giulio Di Meo

Fiori di Bach, Fiori di Bach, Emozioni, Crescita personale, Consulenza ,

Willow

Willow è indicato per chi è vittima di malumore e risentimento, autocommiserazione e amarezza.

La parola « destino » racchiude l’idea di un potere superiore, che determina e decide la nostra vita. Nell’antichità gli uomini erano fermamente convinti dell’ineluttabilità del destino: quante tragedie greche narrano di eroi che cercano di sfuggire al destino e, proprio in questo modo, gli si gettano tra le braccia...La più articolata rappresentazione del destino si trova forse nella mitologia germanica, che annovera tre dee del destino, le norme Urd, Werdandi e Skuld:

 

Urd, l’origine o il passato: le cose, una volta avvenute, sono irreversibili. Ciò che è stato, è stato. Il passato non si lascia cambiare. Noi determiniamo la nostra vita attraverso quello che facciamo. «  Quel che non si è imparato, non lo si impara più », dice la tradizione popolare tedesca: le nostre azioni o omissioni del passato determinano le possibilità e le facoltà di oggi.

 

Werdandi, il divenire e il passare: il presente è solo fugace momento, non ancora futuro e già passato. Niente si lascia trattenere. È un’illusione fatale credere di poter creare cose che siano per sempre, oppure agire come se dovessimo vivere in eterno. Quando qualcosa, seguendo il suo corso naturalmente, giunge alla fine, ci è difficile accettarlo. 

 

Skuld, la colpa: ciò che è ancora aperto, i debiti che devono essere ancora saldati. Skuld è il futuro, le cose che devono ancora accadere perché c’è ancora qualcosa da regolare. Questo è anche il significato originario della parola « karma », azione ( non compiuta). Associato al concetto di karma vi è quello di rinascita, attraverso la quale ci è offerta la possibilità di riparare gli errori fatti.

 

Il destino nasce come conseguenza delle azioni del passato, della fugacità del presente e delle aspettative per il futuro. Siamo quindi noi stessi gli artefici del nostro destino? Se è così, come mai allora non ne siamo coscienti? Forse perché abbiamo dimenticato quali pietre abbiamo posto a fondamento degli eventi di oggi ( Urd); perché non accettiamo la fugacità del presente (Werdandi) o non ci rendiamo conto di tutti i nostri desideri e di tutte le aspettative, di tutto quello che dobbiamo ancora fare. Quello di cui non siamo consapevoli accade improvvisamente, di sorpresa e in modo fatale. Perciò è importante che ci assumiamo innanzitutto la paternità delle nostre azioni, ce ne prendiamo la responsabilità e ne esploriamo le motivazioni. Se riusciremo a scoprire le concatenazioni di causa-effetto, al cui iniziò sta una nostra decisione, una nostra intenzione o una nuova idea, avremo chiara la percezione percezione di essere davvero artefici del nostro destino. Non ci considereremo più delle vittime, e quando qualcosa andrà male la useremo come opportunità per imparare.

 

Parole chiave:

AUTOCOMMISERAZIONE, RISENTIMENTO, VITTIMISMO

 

Willow è indicato per chi è vittima di malumore e risentimento, autocommiserazione e amarezza.

Nella vita di ognuno ci sono momenti in cui predomina un senso di impotenza di fronte alle situazioni: questo Fiore aiuta a neutralizzare il risentimento e a ritrovare l’umorismo e un sano senso di prospettiva futura.

Willow aiuta a combattere la sensazione di non ricevere abbastanza dalla vita, quando ci si sente solo una povera vittima che merita qualcosa di meglio. Chi vive con un atteggiamento tanto negativo facilmente prova invidia per chi, al contrario di lui, vive una vita ricca di felicità, salute, gioia e successi. Questo può portare a un umore pessimo, ad essere facilmente irritabili e a richiudersi con amarezza in sé stessi.

Se malato, non rende la vita facile alle persone che lo assistono, perché ai suoi occhi nulla è sufficientemente adatto o consono ai suoi desideri. Si preferisce vedere sé stessi come una vittima delle circostanze e si tende ad ammettere con riluttanza eventuali miglioramenti. Questa costante sensazione di risentimento e di amarezza può indebolire la vitalità e portare a uno stato di salute generalmente cagionevole.

Il potenziale positivo di Willow: è possibile dimenticare i torti subiti in passato e perdonare, in maniera tale da gioire di nuovo della vita. Questo atteggiamento attira automaticamente, quasi “magneticamente”, situazioni e persone positive. La persona, che da “vittima” si è trasformata in padrone del proprio destino, può ora gestirlo in maniera positiva.


 

Come creare un sito web con Flazio